fbpx

La bio-individualità nella nutrizione

La BIO-INDIVIDUALITA’ è uno dei concetti fondanti di un modo forse nuovo ma rivoluzionario di vedere la nutrizione di cui mi sento ambasciatrice.

Un approccio che non vuole spingerci a essere perfetti o aumentare la nostra capacità di stare a dieta, ma di scoprire cosa profondamente ci nutre, ci sfama e alla fine ci rende persone migliori.

Nel 2015 il progetto “The Personalized Nutrition Project” ha dimostrato che NON c’è una dieta che vada bene per tutti.

Gli esperimenti condotti durante il progetto hanno mostrato come in alcuni partecipanti i livelli di zucchero nel sangue non cambiavano o addirittura si abbassavano dopo aver mangiato un gelato.

Si è dimostrato poi che diete basate solo su una restrizione calorica non hanno portato a un miglioramento della salute dei pazienti.  Che invece rischi di disequilibri metabolici dipendono soprattutto dall’unicità e la salute dei batteri che albergano il nostro intestino: Il microbioma. E’ lui che determina i nostri bisogni nutrizionali e la nostra capacità di prendere energia dal cibo che ingeriamo

Mai pensato che è normale che un giapponese sia più propenso di un italiano a mangiare alghe? O un italiano a mangiare e digerire meglio il formaggio di un africano? La nostra ascendenza incide sulla bio-individualità

Mai capitato direttamente o indirettamente di non perdere peso con una dieta low-fat o low-carb o high-protein o un insieme di quelle? Non è perché il carb o il fat è il diavolo, è perché ognuno di noi metabolizza in maniera diversa uno stesso alimento. Siamo unici capacità convertire il cibo in energia e di consumarla. E aggiungerei che la perdita di peso come altri obiettivi di salute dipendono da mille altri fattori che non stanno nel nostro piatto (ma di questo parlerò a parte)

In sostanza:

Il microbioma, il tasso metabolico, l’ascendenza, i geni ma anche I nostri gusti, il fisico che di natura abbiamo, le scelte religiose e politiche in tema alimentare, il tuo lifestyle, e tutti gli ambiti della tua vita influenzano in maniera univoca che cibo ti può o non ti può nutrire davvero.

Ricorda:

  • Sei unica e con unici bisogni che cambiano dai miei e dai tuoi di ieri
  • Il cibo che per alcuni è medicina per altri è veleno
  • Ogni alimento ha un effetto diverso da persona a persona.
  • Non esiste un approccio one-size-fits-all in campo nutrizionale
  • Non una dieta che funzioni in assoluto

Il mio consiglio sulle diete? Sperimentale con gioco e senza ossessione, ma devi osservare attentamente e annotare quello che realmente fa per te e ti fa stare bene.

You might also enjoy