fbpx

Cosa mangiare per evitare di ammalarsi in autunno? Ecco 8 consigli

Come non ammalarsi nel cambio di stagione

Durante il cambio di stagione capita piu’ spesso di ammalarsi con facilita’.

Secondo l’ayurveda l’ammalarsi avviene a causa di uno squilibrio costituzionale, dovuto proprio al passaggio da una stagione ad un’altra, in cui un elemento si trova ad eccedere sugli altri e genera questo disequilibrio.

Ogni stagione infatti e’ caratterizzata, come le persone, dalla prevalenza di alcuni elementi su altri e bisogna tenerne conto quando si tratta di scegliere cosa cuciniamo e di cosa ci nutriamo in questi periodi.

L’autunno ha un clima tendenzialmente freddo, umido, spesso con piogge, spesso con vento. L’elemento aria e’ l’ elemento che lo caratterizza.

Molto intuitivamente capiamo che proprio questo eccesso di aria e’ alla base dei raffreddamenti, della secchezza alle labbra, ed in generale del corpo, del mal di gola, della raucedine, dell’aria in pancia, e della costipazione o della anomala evacuazione 🙁

La legge di equilibrio dell’ayurveda ci insegna che per contenere l’eccesso di un elemento, bisogna nutrirsi di elementi opposti.

Ed allora sara’ fondamentale in questo autunno nutrirsi di alimenti caldi, meglio cotti, cibi “pesanti” cioe’ con densita’ nutritiva elevata , piu’ grassi, cibi secchi ed oleosi come  frutta secca e semi, ed utilizzare spezie che riscaldano il nostro organismo come  il cardamomo, sia come condimento che come base di infusi.

Ma basta pensare alle cose di cui il nostro corpo ha bisogno, di cui abbiamo voglia in qusto periodo per capire come alimentarci.Così ci conferma la filosofia dell‘Intuitve Eating ( di cui parlero’ in una ltro post).

A quanti e’ venuta voglia di caldarroste, di noci, di zuppa calda di porri, di zucca arrosto,di minestrone, di minestra di legumi, do torta di mele e  di spremute d’arancia?

Ed e’ la stessa natura che ci viene incontro. Novembre e’ il periodo delle zucche, dei cavoli , delle cime di rapa, dei porri, delle noci, mandorle, nocciole, castagne, arance , mandarini, mele e pere.

Riassumendo, ecco cosa dobbiamo introdurre o limitare nelle nostre routine alimentari durante l’autunno:

  1. Priorita’ 1 : verdure e frutta di stagione. Per le loro enormi proprieta’ nutritive, l’ammontare di  vitamine, di  minerali e di fibre,sono le vere protagoniste del nostro autunno e quelle che rafforzano il nostro sistema immunitario.
  2. Piu’ cibi cotti, meno cibi crudi. Anche per la frutta, meglio una buona mela cotta con della cannella che una cruda.
  3. Piu’ cibi caldi, meno pasti freddi da frigo. meno insalate, piu’ preparati
  4. Bere molte tisane ed infusi caldi, meglio se preparti a base di spezie riscaldanti come il cardamomo, lo zenzero e la cannella. Un Chai Tea e’ quello che ci serve per queste uggiose giornate novembrine!
  5. Introduciamo il consumo di frutta secca, noci , mandorle, nocciole, anacardi, ma anche i semi, di girasole, di zucca, di canapa, di sesamo, di chia e di lino che sono un’ottimo rimedio per le costipazioni autunnali.
  6. Preferire sempre grani integrali come il riso integrale o l’ avena integrale…un buon porridge di avena con frutta secca, mela e cannella e’ la colazione ideale.
  7. Legumi si, ma attenzione alle quantita‘. Il legume ha anch’esso l’elemento aria e ne genera nel nostro corpo, quindi potrebbe non favorire chi ha gia’ dei disturbi al riguardo
  8. Per chi ha nella sua dieta carni e derivati animali in questo periodo il suo consumo e’ maggiormente favorito. Io personalmente mi limito e consiglio di mangiare uova, meglio se bio, invece che carne. Per il latte ed i formaggi, moderato consumo. Anche se densi hanno in realta’  un effetto raffreddante sulla digetsione.

In sistesi un autunno  a base di tante zuppe, tanti minestroni, porridge e tisane calde, forse una stagione piu’ all’insegna dello Slowcooking, ma e’ quello di cui il nostro corpo ha bisgno !

Vi lascio la ricetta del mio CHAI TEA :

INGREDIENTI:

1 bacca di cardamomo essiccato

1 pezzetto di zenzero secco, anche fresco va bene

1 pezzetto di curcuma secca, anche fresco va bene. in polvere va fatto sciogliere bene.

1 bastoncino piccolo di cannella

1 bicchiere di latte vegetale a scelta

1 bicchiere di acqua

PROCEDIMENTO:

Portate  a bollire il bicchire d’acqua con le spezie all’interno e lasciate bollire per circa 8 minuti.

Aggiungete poi il latte vegetale , fate riscaldare altri 2 minuti e  versate il tè nella tazza che piu’ amate.

You might also enjoy